PROTEZIONI PERIMETRALI

Per la protezione perimetrale delle aree esterne al nucleo degli edifici d’interesse, esiste la possibilità di scegliere tra presidi tecnologici differenti. Si possono impiegare, in estrema sintesi, sensori che percepiscono le vibrazioni, sensori che riconoscono le variazioni di pressione oppure rivelatori con configurazione di protezione a barriera con i quali è possibile realizzare un perimetro che circonda l’area da proteggere.

Barriera ad infrarosso attivo
Le barriere ad infrarosso attivo funzionano in coppia rilevando il passaggio di un intruso tramite l’interruzione dei raggi di protezione. Una coppia di barriere è costituita da un’unità di trasmissione che emette fasci di luce infrarossa e da un’unità di ricezione che li capta, il funzionamento sincronizzato evita il manifestarsi di disturbi reciproci e consente di realizzare tratte di protezione contigue anche molto estese.

Barriera a microonde
Il trasmettitore di una barriera a microonde proietta verso il proprio ricevitore, un fascio di protezione costituito da onde elettromagnetiche, il passaggio di un intruso altera il fascio di protezione, provocando una segnalazione di allarme.

Sensori con tecnologia di rivelazione puntuale
I sensori con tecnologia di rivelazione puntuale (Point ID) sono concepiti per proteggere le recinzioni metalliche flessibili e semirigide ed impiegano sensori piezodinamici che percepiscono le vibrazioni cui è sottoposta la recinzione durante un tentativo di intrusione. Il sistema rivela taglio, arrampicamento e sfondamento della struttura protetta, inclusi i tagli effettuati a una certa distanza di tempo l’uno dall’altro.

Sensori di pressione
I sensori di pressione per pavimentazioni in cemento vengono inglobati nel massetto e sono in grado di rivelate il transito o la permanenza di una persona sull’area sensibile discriminando il
passaggio di animali di piccola taglia dalle reali intrusioni.

Ambito di utilizzo
L’ambito di impiego di tali presidi tecnologici è indicato con CLASSE IV e per questo ambito di utilizzo la norma europea EN 50131-1 richiede rivelatori con Classe ambientale IV (Esterno generale).

Fattori di influenza
La valutazione dei fattori che possono influenzare il funzionamento dei rivelatori è complessa a causa delle condizioni operative e puo` risultare determinante nella scelta della tecnologia da adottare.

Richiedi informazioni

PDF SCARICABILI

01.01.2019

CIAS

Protezioni perimetrali

SCARICA IL PDF
01.01.2019

SERIR P2P

Point ID technology

SCARICA IL PDF
01.01.2019

SISMA CA

Il perimetrale invisibile

SCARICA IL PDF
01.01.2019

SISMA CP 50

Protezione geosismica

SCARICA IL PDF